Temi Palio di San Jacopo 2016

Pubblichiamo gli svolgimenti del tema del Palio di San Jacopo 2016 da parte dei 3 rioni.
Il tema assegnato dalla Pro Loco era: “LA FORZA DEL SOLE”

LogoBorgoAntico_200px

Il RIONE BORGO ANTICO presenta

“MULTIVERSO”

 

 

Abbiamo eretto templi pronti a salutare la lieve potenza del mattino
e il timido fuoco della sera,
certi di tramandare ai posteri le granitiche forme ed il senso delle certezze umane.
Abbiamo, con timore, abbassato gli occhi al calore della luce
e nell’oscurità provato timori e paure.

Abbiamo rilassato i nostri sensi, rimettendo nell’aldilà il mistero della vita
ed umilmente urlato la nostra fede.
Abbiamo guardato e capito,
scandendo i ritmi del tempo tra luci ed ombre.

Abbiamo seminato, raccolto e rimesso,
nutrendoci stagione dopo stagione, anno dopo anno.
Abbiamo osservato, studiato, compreso e ipotizzato,
sentendoci infinitamente piccoli
ed umilmente urlato la nostra fiducia.

Abbiamo pian piano rinnegato la fede nell’eco delle nostre azioni,
allontanandola dal futuro, certi della forza delle nostre comprensioni;
Abbiamo dato per scontata la vita, quasi fosse un diritto precario
e rimesso il destino del mondo nei cinque sensi umani,
racchiudendolo nelle quattro dimensioni;

Abbiamo raccolto la fede e la conoscenza,
riappropriandoci della nostra missione cosmica,
svelando a noi la forza creatrice,
divenendo padri, madri e figli di un universo.
Siamo parte di un tutto e il tutto è in noi,
allontaniamoci dalle differenze ed avviciniamoci alle similitudini;
non siamo poi così diversi dal sole,
un unico atto generatore,
un’eco ancora pulsante,
una coscienza che si muove all’unisono.
La forza della vita.

LogoBufali_200px

Il RIONE BUFALI presenta

Il più grande spettacolo… dopo il Big Bang.

 

 

All’inizio il nulla.
Dal nulla una scintilla, un boato, un’esplosione maestosa: il Grande Bang.
Milioni e milioni di stelle si ammassano, si attraggono, si allontanano creando galassie che, a loro volta, si
attraggono e si allontanano nell’infinito universo.
Proprio in una di queste galassie, la Via Lattea, vi è una stella grande, luminosa e calda, una stella che più
delle altre fa la differenza:
il SOLE.
Chiamato e raffigurato in modi diversi, osannato da tutte le civiltà, il disco solare è ora una divinità da
venerare, ora una figura mitologica alla quale rivolgersi.
Il Sole, fonte di calore e nutrimento, illumina il buio e riscalda il gelo. E’ metafora di vita e Vita di per sé.
É dalla sua forza che dipende la sopravvivenza di ogni essere sul nostro pianeta, è grazie ai suoi raggi che si
assiste al sempre straordinario spettacolo di una natura che si risveglia.
Il Sole è un simbolo che non esula da richiami a catena: è alba, è oriente, è origine di un giorno nuovo.

LogoMonticello_200px

Il RIONE MONTICELLO presenta

LA FORZA DEL SOLE
                                ovvero
“La leggenda della nascita della Garfagnana”

 

Tanti, ma tanti anni fa, un fatto straordinario trasformò il destino di una valle incastonata tra le montagne.
Per una strana beffa della natura il sole non era mai riuscito a oltrepassare le alte vette che la circondavano lasciando da sempre quel lembo di terra nel buio più profondo.
La desolazione e l’abbandono regnavano sovrani fino a quando non successe un fatto straordinario.
Qualcuno parlò di fortuna, altri di un regalo del destino, parecchi danno ancora per certe particolari congiunzioni astrali: allineamenti planetari e connessioni di stelle e galassie che consentirono alla valle di trasformarsi in un vero e proprio paradiso in terra.
Non è dato a noi sapere in che modo questa storia sia arrivata fino a noi. Gli anziani che ora la narrano, in qualche osteria di paese o d’inverno ai nipotini attenti davanti al fuoco di un camino, vivono ancora lì e ogni volta, ne siamo sicuri, aggiungono o tolgono qualche particolare.
Se nascosti dietro elementi di fantasia si celino delle verità a noi non importa molto.
L’unica immutabile traccia resta quel gigantesco buco nella montagna che da sempre accompagna la leggenda e, additato dalla finestra durante i racconti, rende questa storia  incredibilmente verosimile.
E poi diciamocela tutta, agli abitanti della Garfagnana, così si chiama la valle, piace tanto, ma proprio tanto credere che a forgiare il Monte Forato sia stata davvero la forza del sole.

“Metti a posto il tablet e spegni la tv. Questa sera voglio raccontarti una leggenda. Mio nonno l’ha raccontata a me quando avevo più o meno la tua età. Narra le vicende che hanno portato alla nascita della nostra Garfagnana. Una volta qua attorno non c’era un bel niente, solo terre aride e buie infestate da strane creature.
Era il regno della notte. Le montagne, quelle che ci circondano ancora, impedivano ai raggi del sole di illuminare e scaldare questa terra. Come hai imparato a scuola, senza luce non ci poteva essere vita e senza luce c’era anche freddo, tremendamente freddo.
Un giorno capitò per caso che un uomo passasse da questa terra con il suo carro trainato da due affaticati buoi. D’un tratto fu sopraffatto da una furiosa tempesta. Trovò rifugio nel tronco di un grande albero che giaceva isolato in mezzo ad una raduna. L’uomo abbandonò fuori il carro con i buoi. Al calar della notte, mentre la natura dava il peggio di se scatenandosi nelle sue più bizzarre esternazioni, l’uomo si addormentò. In sogno gli apparve un vecchio stanco e infreddolito che, facendo capolino nel buco del tronco, gli chiese di prestargli il carro con i buoi per continuare il suo lungo viaggio. L’uomo non ci pensò un attimo e, con generosità e umanità, consegnò tutto quello che aveva al vecchio tornando a dormire nel suo giaciglio.
All’alba uscì dal tronco e osservando le montagne attorno vide che una maestosa carrozza trainata da due splendidi cavalli stava oltrepassando un grande foro che la stessa aveva aperto in una della vette. Dall’interno della carrozza una luce sfolgorante illuminava e scaldava finalmente la valle. L’uomo cercò con lo sguardo il carro e i buoi e non vedendoli capì subito che dentro la carrozza c’era il sole che, tramutato in vecchio, lo aveva messo alla prova quella notte.
Senza più i buoi, trasformati in cavalli, e senza il carro, diventato carrozza, l’uomo fu comunque felice di fermarsi in questa terra che da quel momento divenne rigogliosa e florida grazie alla forza del sole”.

Bando per il “Cencio” da assegnare al Palio di San Jacopo 2016

Approvato durante l’ultimo Consiglio Direttivo della Pro Loco, il regolamento per il bando indetto per la realizzazione del “Cencio”, ambito riconoscimento per il vincitore del Palio di San Jacopo 2016.

La consegna dei bozzetti dovrà avvenire  il 14  giugno 2016, e troverete qui di seguito tutti i termini e condizioni per la partecipazione.       

BANDO

per la realizzazione del “CENCIO” da assegnarsi al PALIO di SAN JACOPO 2016

REGOLAMENTO

1) Finalità

La Pro Loco di Gallicano indice un bando per la realizzazione del “CENCIO” per il PALIO DI SAN JACOPO edizione 2016.

2) Destinatari

Il bando è rivolto a tutti i residenti del Comune di Gallicano.

3) Tecniche e tema

L’opera deve ispirarsi  allo spirito del Palio di san Jacopo, alla sua storia, alle sue radici ed alla sua tradizione.

Le opere possono essere realizzate in piena libertà di stile, con una o più delle seguenti tecniche: olio, tempera, acrilico, vinile, acquarello, collage e simili. Il bozzetto dell’opera dovrà essere realizzato su un supporto di carta di dimensioni  cm 21×29,5 (formato A4). In seguito, il bozzetto che risulterà vincitore dovrà essere realizzato su un supporto di tela di dimensioni di cm. 50×70.

4) Premi

Il premio per chi realizzerà il “cencio” del Palio di San Jacopo edizione 2016 sarà di € 150,00.

5) Quota d’iscrizione

Non è prevista alcuna quota d’iscrizione.

6) Modalità di partecipazione

Gli artisti possono presentare un solo bozzetto; i bozzetti dovranno essere  consegnati a mano presso la sede della Pro Loco di Gallicano in Piazza del Popolo n.3, il 14 giugno 2016, dalle ore 20;00 alle ore 21;00. I bozzetti non consegnati entro questi termini non saranno ammessi al bando. Si raccomanda di fornire un indirizzo e-mail ed un numero di telefono,preferibilmente cellulare, dove poter essere contattati dagli organizzatori. La Pro Loco di Gallicano si riserva di utilizzare il materiale pervenuto per eventuali successive manifestazioni,con l’obbligo di citare l’artista e/o la fonte ed informare gli autori o i detentori dei diritti. Questi materiali saranno utilizzati per scopi culturali e didattici senza fini di lucro.

7) Calendario del bando

Iscrizione : l’iscrizione e la consegna dei bozzetti dovrà avvenire  il 14  giugno 2016 dalle ore 20;00 alle ore 21;00 presso la sede della Pro Loco di Gallicano in Piazza del popolo n.3.

Selezione opere : la Giuria, composta dai membri del Consiglio Direttivo della Pro Loco di Gallicano, si riunirà e comunicherà entro il 19 giugno 2016 il vincitore del bando.

Realizzazione dell’opera su tela :il bozzetto risultato vincitore del bando dovrà essere realizzato dall’artista, su tela, entro e non oltre il 10 luglio 2016.

7) Accettazione delle condizioni

Le decisioni della Giuria sono inappellabili e insindacabili. Gli artisti, con l’atto stesso dell’iscrizione , accettano il presente regolamento e assumono in prima persona ogni responsabilità in ordine alle immagini consegnate, dichiarando di aver realizzato l’opera legittimamente, senza violazione di alcun diritto previsto dalla legge né qualsiasi diritto di terzi, manlevando la Pro Loco di Gallicano da qualsivoglia responsabilità e conseguenza pregiudizievole derivante da domande e/o pretese azioni formulate ed avanzate in qualsiasi forma, modo e tempo.

Ciascun candidato autorizza espressamente la Pro Loco di Gallicano, nonché i suoi diretti delegati, a trattare i dati personali trasmessi ai sensi del D.lgs.196/2003 (Codice Privacy)e successive modifiche, anche ai fini dell’inserimento nella banca dati dell’associazione.

                                                                                                              Il Presidente

 

 

 

Domenica 5 Giugno 2016 – 34° Marcia dello Zappello –

Domenica 5 Giugno, appuntamento agli Impianti Sportivi di Gallicano per la 34° edizione della tradizionale Marcia dello Zappello, storico appuntamento podistico e prima competizione rionale valevole per l’assegnazione del Palio Sportivo di San Jacopo.

I marciatori devono iscriversi entro le ore 9,15 e possono decidere di partecipare ad uno dei percorsi tracciati dal Gruppo Marciatori di Gallicano. Lungo il percorso sono allestite postazioni di controllo, dove vengono effettuati dei timbri, attestanti la partecipazione a quel tipo di percorso, dagli stessi organizzatori della marcia.

I rappresentanti della ProLoco si posizionano in un luogo in cui transitano tutti gli atleti, a prescindere dal percorso prescelto, per il timbro del cartellino. L’arrivo della marcia è previsto sempre presso gli Impianti Sportivi, dove sarà allestita una postazione presieduta dai rappresentanti rionali (uno per rione) e da un esponente della ProLoco che registrerà il nominativo dell’atleta nella lista di appartenenza del rione.
Per la gara rionale è necessario arrivare entro le 12.15.

Partecipate numerosi !!!

Zappello 2016

A NoiTV ospiti il “Gruppo Sbandieratori e Musici di Gallicano”

Il nostro Gruppo Sbandieratori e Musici di Gallicano, ospiti del programma “Buongiorno con Noi” di NoiTV, per rappresentare la storia e tradizione di questo Gruppo storico che nasce dai primi anni del 1970. Un sincero ringraziamento a tutto il gruppo ed in particolare per l’opera svolta con molta passione da Giulio Baldacci.

 

Camminata storica da S.Pellegrino in Alpe a Gallicano

Camminata_wp

Sabato 28 maggio 2016, si terrà la “Camminata da San Pellegrino in Alpe a Gallicano” la quale quest’anno giunge alla sua 20à edizione. Questo evento nasce nel 1997 nell’ambito delle iniziative legate al Progetto Francigena per la promozione la valorizzazioni del patrimonio storico culturale del territorio, con particolare attenzione alle antiche vie medievali che dai valichi appenninici scendevano verso il fondovalle attraversando luoghi di interesse ambientale, architettonico ed artistico. E’un occasione per ripercorrere queste vie come “moderni pellegrini”, con uno spirito diverso dai viandanti di allora, ma con la stessa voglia di scoprire e conoscere. Un patrimonio di cultura e natura si offre lungo il percorso, testimonianze di secoli di storia, di fede e di arte in uno ambiente naturale affascinante.


 Per informazioni su COME PARTECIPARE e DOVE DORMIRE  [ CLICCA QUI ]

dsc_0108-1716x700_c

 

Meeting Regionale Giovanissimi Toscana MTB

TURRITECAVA Loc. La spiaggia, Gallicano (LU)
Si è svolto lunedì 25 aprile la prima prova del Meeting regionale Giovanissimi Toscana MTB riservato alla categoria giovanissimi e valido come 6° Memorial Franco Ballerini. La gara sotto l’organizzazione della Asd Giovo Team Torpado, si disputata a Gallicano (LU) in localita’ Le Spiagge, riscuotendo un grande successo di iscritti e di pubblico. Una bellissima giornata all’insegna dello sport.

Il giorno di Pasquetta passalo con noi !

1025465_1234698263226599_2085931414940214071_oLunedì 28 Marzo Ti aspettiamo agli impianti sportivi di Gallicano, per una Pasquetta formato famiglia all’aria aperta, all’insegna del relax e del divertimento per grandi e piccoli.
Lascia l’auto in garage, evita le code interminabili e vieni agli impianti !
Si inizia alle ore 11, con la celebrazione della Santa Messa nella pista di pattinaggio.
A seguire, con un piccolo contributo, sarà possibile pranzare con ottime grigliate di carne, pizza cotta a legna, panini, torte salate, dolci e tante altre specialità da mangiare e bere.
Per tutta la giornata verranno organizzati giochi e intrattenimento per i bimbi (ma anche per i grandi) : corse nei sacchi, rubabandiera, gare di abilità, percorsi ad ostacoli e tante altre sorprese…
A metà pomeriggio sarà servito un ottimo gelato artigianale e al termine spettacolare lancio di palloncini con i messaggi scritti dai bimbi delle scuole primarie per l’iniziativa “Fai volare il tuo paese”.